Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘utrecht’

Heaven, I’m in heaven
And my heart beats so that I can hardly speak
And I seem to find the happiness I seek
When we’re out together dancing cheek to cheek
Heaven, I’m in heaven
And the cares that hung around me through the week
Seem to vanish like a gambler’s lucky streak
When we’re out together dancing cheek to cheek
Oh I love to climb a mountain
And reach the highest peak
But it doesn’t thrill (boot) me half as much
As dancing cheek to cheek
Oh I love to go out fishing
In a river or a creek
But I don’t enjoy it half as much
As dancing cheek to cheek
dance with me
I want my arm about you
That charm about you
Will carry me through…

to heaven, I’m in heaven
And my heart beats so that I can hardly speak
And I seem to find the happiness I seek
When we’re out together dancing, out together dancing 
Out together dancing cheek to cheek

Eh sì!Nonostante il naso tappato stasera canto. Che felicità che felicità!

Che Ella Fitzgerald sia con me 🙂

Annunci

Read Full Post »

(Attenzione: tutte le cose elencate mi sono successe veramente. Nonostante tutto sono state due giornate divertenti. Giuro!)

– Da Venerdi mattina ho un’infiammazione fortissima alla gola, non ho voce, non riesco a deglutire, ogni volta che tossisco è come se mi raschiassero con un coltellaccio arrugginito. E se non tossisco soffoco. 

– Ho perso le lenti a contatto da qualche parte e sono costretta, mio malgrado, ad andare in giro con gli occhiali. Freak emergency.

– Ieri pomeriggio ho aspettato due ore e mezzo (effettive, non dico tanto per dire) una mia amica alla stazione di Utrecht, perché si era dimenticata le chiavi della bicicletta a casa.

– Al pub, avendo bevuto un bel po’, ho perso la giacca. Sono morta di freddo per tutto il tragitto che ci separava da casa.

– Mi ha punto un essere malefico in una mano e fa un male cane.

– Ho finito “The book thief”, e quando finisco un libro mi sento sempre triste e sola.

– Ierisera, prima di addormentarmi, dovevo bere assolutamente dell’acqua per via dell’incendio nella mia gola già descritto al punto 1 (è davvero fastidioso). Noto una bottiglia d’Evian accanto al letto. Appena vista, mi ci precipito, apro e mando giù un bel sorso.

Fuoco puro.

Sputo il tutto tra maledizioni varie. Il mio amico, spaventato dal trambusto entra in camera. Vede la bottiglia, me schifata col tappo in mano e scoppia a ridere. “Era un regalo di un tipo messicano”, dice. “E’ Tequila buonissima”.

 

(Questo post è stato scritto soprattutto per aggiornare Frenghy :D; Volevo elencarti questi begli avvenimenti su Myspace, ma poi ho pensato che erano un po’ troppi e che potevo benissimo spiattrellarli sul mio Blogghe per far ridere anche qualcun altro).

Read Full Post »